GPS da escursionismo

Il GPS, acronimo di Global Positioning System, è un sistema di posizionamento globale su base satellitare, gestito dal dipartimento della difesa degli Stati Uniti, costituito da 24 satelliti NAVSTAR in orbita attorno alla terra. Grazie ad un ricevitore GPS è possibile conoscere la propria posizione esatta in qualsiasi punto della terra ci si trovi, purché all’aperto, sia di giorno che di notte.

Da questa semplice premessa è possibile intuire l’utilità che un ricevitore GPS può avere per un appassionato cercatore di funghi che si trova spesso ad esplorare boschi sconosciuti.

Negli ultimi anni si è diffusa sempre di più la passione per i ricevitori GPS da auto, dotati di cartine stradali di tutta l’Europa, che permettono di raggiungere con facilità luoghi sconosciuti o di aggirare ingorghi di traffico. Questi ricevitori però non sono adatti a chi pratica escursionismo perché non dotati di cartine di boschi e montagne.

In nostro aiuto vengono però i nuovi ricevitori GPS per trekking.

Scopriamo insieme cosa sono e come funzionano…

L’utilità di un GPS da trekking

Un ricevitore GPS per escursionismo è uno strumento, grande circa come un telefono cellulare, alimentato a batteria, che ci permette di orientarci e raggiungere delle posizioni ben precise durante le nostre passeggiate. Di solito contiene le cartine dei principali boschi, con indicazione di monti, laghi, fiumi, sentieri, etc.

GPS Trekking

Le ragioni per portare con se, durante una battuta a caccia di funghi, un GPS per trekking sono molte, alcune davvero indispensabili. Esploriamole insieme:

  1. Come abbiamo già detto nell’introduzione, per conoscere il luogo esatto (longitudine e latitudine) in cui ci troviamo ed escludere la possibilità di perderci tra i boschi;
  2. Per avere con se una bussola digitale ad alta precisione integrata nel ricevitore GPS stesso (presente solo in alcuni modelli);
  3. Per salvare i nostri luoghi di interesse (waypoints), ad esempio la posizione dove abbiamo parcheggiato l’auto, dove abbiamo trovato i funghi, zone pericolose da evitare, etc;
  4. Per conoscere quanti km di passeggiata abbiamo percorso e che tracciato abbiamo seguito;
  5. Per conoscere da quanto tempo stiamo camminando e quanto tempo ci rimane ancora per arrivare al luogo di destinazione;
  6. Per conoscere la velocità a cui camminiamo e l’altitudine a cui ci troviamo;
  7. … e tanto altro!

Acquistare un ricevitore GPS per trekking

Come ogni strumento tecnologico, anche i ricevitori GPS da trekking variano per forma, dimensione, colore, qualità e quindi costo. I prezzi variano da 80 euro fino ad oltre 500 euro. E’ bene che ognuno scelga il GPS dalle caratteristiche più adeguate alle proprie esigenze.

I 10 più venduti su Amazon

0 Commenti

Lascia un commento